chirurgo estetico caserta

I filler per ringiovanire o migliorare il volto.

IMG-20150730-WA0005-01

L’estetica è importante in ogni stagione, ma d’estate, si fanno vacanze più lunghe, si incontrano persone nuove, e proprio per questo motivo, in questo particolare periodo dell’anno la prova costume non è tutto.

Per molti di noi lo specchio ci ricorda ogni mattina gli anni che passano, specie con le rughe sul volto e queste ultime non sempre si accettano e si vuole correre ai ripari, anche nei mesi estivi.

Per ovviare a questo problema, ci viene incontro la medicina estetica, ed in particolare i trattamenti di filler. Si tratta di una sostanza iniettabile nel derma o nel tessuto sottocutaneo per correggere le imperfezioni della pelle, ritoccare inestetismi del viso, come rughe o cicatrici, e ripristinare i volumi perduti. Consente pertanto di aumentare il volume della labbra, il volume degli zigomi, spianare le rughe del viso o addirittura di ripristinare in toto i volumi del volto, trattamento cosiddetto “full face”.

Si effettua inserendo un ago molto fine a circa un millimetro di profondità che inietterà acido ialuronico che si espanderà gradualmente e verrà assorbito dal tessuto cutaneo.

Questa pratica viene effettuata in day-surgery, senza anestesia, perché le micro iniezioni non sono dolorose, al più potrà sentirsi un piccolo fastidio, ma ciò sarà ripagato da un risultato immediato. La durata dell’effetto dei filler varia dai 6 agli 8 mesi.

Queste piccole iniezioni “miracolose” si possono effettuare prima di partire per le vacanze perchè non esistono controindicazioni specifiche. Al contrario possono prevenire la formazioni di spiacevoli rughe di espressione dovute all’esposizione solare, l’importante è limitare l’esposizione nei giorni successivi ai trattamenti, onde evitare o diminuire la vasodilatazione. E’ raccomandabile attendere 2-3 giorni prima di esporsi ai raggi UV dopo essersi sottoposti ad un trattamento di filler.

Questo trattamento può limitare i danni dal fotoinvecchiamento ed inoltre può essere considerato preventivo, in quanto  l’acido ialuronico presente nei filler, oltre a stendere le rughe, apporta idratazione a una pelle disidratata dal sole.

Dopo un trattamento di filler è necessario adottare in ogni caso una protezione solare, come di consueto, per diminuire l’ invecchiamento ed il rischio di tumore della pelle.

E allora cosa aspetti? Le vacanze sono alle porte, affrettati e prenota la tua consulenza GRATUITA per avere maggiori informazioni sul trattamento: 392 6507574 , segreteriadottrossano@gmail.com

chirurgo estetico caserta

Il tuo viso è pronto per l’estate?

chirurgo estetico caserta

Luglio….mese caldo ed adatto per prendere il sole: la pratica è già iniziata da tempo e per qualcuno stanno anche già iniziando le vacanze, di totale relax per farsi coccolare dai raggi solari. Questi ultimi, attivano i neurotrasmettitori che regolando l’umore, ci aiutano a stare bene, infatti il sole d’estate stimola la nostra autostima e si è dimostrato un valido ed efficace antidepressivo naturale. Sappiamo però che l’abbronzatura va presa a piccole dosi e con le dovute precauzioni e che alla lunga può imbruttirci, invecchiarci, anziché renderci più belli. E’ dunque importante non solo avere cura della propria pelle durante l’esposizione al sole, ma anche prima, preparando la cute in modo adeguato, soprattutto quella del volto, più delicata ed esposta.

Come? Con la biorivitalizzazione, che è una tecnica da tempo usata in chirurgia estetica e medicina estetica per nutrire e ringiovanire la pelle dall’interno, dal suo strato più profondo, grazie a piccole iniezioni localizzate ed indolore di acido ialuronico, molto superficiali eseguite con un ago sottilissimo e quasi impercettibili.

L’obiettivo della biorivitalizzazione é quello di stimolare la pelle a rigenerarsi negli strati più profondi tramite la produzione di nuove fibre di collagene. Di recente questa tecnica la si sta utilizzando anche per preparare l’esposizione del viso al sole. Di certo la protezione esterna non deve mancare, ma la biorivitalizzazzione, come si evince anche dal nome, offre alla cute una nuova vitalità, un nuovo “spessore”, la rende più tonica ed elastica, ma soprattutto la leviga e la rende più luminosa, questo perché la biorivitalizzazione è un potentissimo idratante ed idratare la pelle prima dello stress di sole e mare è fondamentale. Un’abbronzatura protetta su una cute di questo tipo sarà l’ideale e lontana dalle rughe tipiche del post abbronzatura. Non solo: lo stimolo biologico dato dai prodotti iniettati rimane per lungo tempo e lasciando la pelle idratata, garantisce un’abbronzatura duratura. Il trattamento può essere effettuato da ambo i sessi, anche poco prima di partire per le vacanze, l’importante è evitare l’esposizione al sole per almeno 48h. Una singola seduta aiuta la pelle ad essere più luminosa ed idradata, ma per ottenere degli effetti ottimali e duraturi ne servono almeno 3 o 4, da fare a distanza di una quindicina di giorni l’una dall’altra. É un trattamento che non condiziona le proprie abitudini di vita, infatti dopo la seduta è possibile tornare tranquillamente alla Luglio….mese caldo ed adatto per prendere il sole: la pratica è già iniziata da tempo e per qualcuno stanno anche già iniziando le vacanze, di totale relax per farsi coccolare dai raggi solari. Questi ultimi, attivano i neurotrasmettitori che regolando l’umore, ci aiutano a stare bene, infatti il sole d’estate stimola la nostra autostima e si è dimostrato un valido ed efficace antidepressivo naturale. Sappiamo però che l’abbronzatura va presa a piccole dosi e con le dovute precauzioni e che alla lunga può imbruttirci, invecchiarci, anziché renderci più belli. E’ dunque importante non solo avere cura della propria pelle durante l’esposizione al sole, ma anche prima, preparando la cute in modo adeguato, soprattutto quella del volto, più delicata ed esposta. Come? Con La biorivitalizzazione, che è una tecnica da tempo usata in medicina estetica per nutrire e ringiovanire la pelle dall’interno, dal suo strato più profondo, grazie a piccole iniezioni localizzate ed indolore di acido ialuronico, molto superficiali eseguite con un ago sottilissimo e quasi impercettibili. L’obiettivo della biorivitalizzazione é quello di stimolare la pelle a rigenerarsi negli strati più profondi tramite la produzione di nuove fibre di collagene. Di recente questa tecnica la si sta utilizzando anche per preparare l’esposizione del viso al sole. Di certo la protezione esterna non deve mancare, ma la biorivitalizzazzione, come si evince anche dal nome, offre alla cute una nuova vitalità, un nuovo “spessore”, la rende più tonica ed elastica, ma soprattutto la leviga e la rende più luminosa, questo perché la biorivitalizzazione è un potentissimo idratante ed idratare la pelle prima dello stress di sole e mare è fondamentale. Un’abbronzatura protetta su una cute di questo tipo sarà l’ideale e lontana dalle rughe tipiche del post abbronzatura. Non solo: lo stimolo biologico dato dai prodotti iniettati rimane per lungo tempo e lasciando la pelle idratata, garantisce un’abbronzatura duratura. Il trattamento può essere effettuato da ambo i sessi, anche poco prima di partire per le vacanze, l’importante è evitare l’esposizione al sole per almeno 48h. Una singola seduta aiuta la pelle ad essere più luminosa ed idradata, ma per ottenere degli effetti ottimali e duraturi ne servono almeno 3 o 4, da fare a distanza di una quindicina di giorni l’una dall’altra. É un trattamento che non condiziona le proprie abitudini di vita, infatti dopo la seduta è possibile tornare tranquillamente alla propria quotidianità non essendo presenti medicazioni, cerotti né segni.  E allora cosa aspetti? Prenota la tua consulenza gratuita per avere maggiori informazioni sul trattamento.