Articoli

011

Labioplastica

 

La labioplastica vaginale è l’intervento di chirurgia estetica volto a rimodellare le piccole e/o le grandi labbra vaginali. Le piccole labbra sono quei piccoli lembetti di pelle che circondano l’ingresso della vagina. Sono posizionate all’interno delle grandi labbra, un poco più grandi e spesse delle piccole labbra. In alcuni casi possono rilassarsi o ingrandirsi al punto da sporgere oltre le grandi labbra causando un difetto sia estetico che funzionale. L’ispessimento o la rilassatezza delle labbra può essere congenita oppure peggiorare con l’invecchiamento, in ogni caso l’intervento di labioplastica correggerà questi piccoli difetti.  L’intervento è indicato sia quando gli ormoni le hanno ingrandite più del dovuto, sia per correggere un’asimmetria, causata da fattori genetici o per un risultato derivante dal post parto, sia per migliorarne l’aspetto estetico.

A volte l’ipertrofia delle piccole labbra può causare disagio fisico (es. lo sfregamento durante le attività sportive o sessuali, problemi nel vestire) . Nei casi più gravi, invece, i  movimenti semplici possono creare lacerazioni e/o infezioni. In ogni caso è possibile intervenire correggendo questi problemi.

La labioplastica può essere eseguita anche sulle grandi labbra, la parte più esterna dei genitali femminili ricorrendo al lipofilling, rendendole più voluminose e turgide.

L’intervento di labioplastica viene effettuato in day surgery con anestesia locale ed una leggera sedazione. La normale attività quotidiana può essere ripresa sin da subito, riuscendo la paziente a camminare già dopo l’intervento.

1515089495578Foto ad un mese dall’intervento.

158912210

Focus On: La Liposuzione, la procedura chirurgica per rimodellare il profilo corporeo

La liposuzione, si piazza al secondo posto degli interventi di chirurgia plastica più effettuati in assoluto, preceduta solo dalla mastoplastica additiva.  Ma di cosa stiamo parlando?

La liposuzione, o lipoaspirazione, è l’intervento di chirurgia estetica, volto ad eliminare le adiposità localizzate che si accumulano nelle varie parti del corpo, attraverso delle cannule sottili, per ricreare un profilo corporeo armonico.

I depositi di grasso possono essere dovuti a fattori ereditari o costituzionali e non diminuire né con la dieta né con l’esercizio fisico. La liposuzione è spesso l’unico modo per eliminarli. Questa si pratica per depositi di grasso nelle seguenti zone del corpo :

  • fianchi e glutei
  • interno ed esterno cosce
  • interno ginocchia
  • gambe e caviglie
  • addome
  • braccia
  • collo

liposuzione

La liposuzione non deve essere considerata un metodo per perdere peso né una terapia specifica della cellulite (irregolarità della superficie cutanea, pelle a buccia d’arancia). Per quest’ultimo problema andranno presi in considerazione altri tipi di trattamento.

 

Normalmente l’intervento viene effettuato con anestesia spinale, ma è possibile anche l’anestesia generale. Per effettuare la liposuzione si utilizza la tecnica “tumescente” , cioè le aree da trattare vengono infiltrate con una soluzione contenente anestetico locale e fluidi che garantiscono una maggiore precisione operatoria e una minima perdita di sangue .

Il grasso viene rimosso utilizzando cannule di piccolo calibro (2-4 mm) inserite nel pannicolo sottocutaneo attraverso piccolissime incisioni praticate in zone facilmente occultabili (pieghe, solchi).

A volte nella stessa seduta il grasso aspirato può essere riutilizzato, dopo sua opportuna preparazione, per riempire irregolarità o anche inestetismi del viso e del corpo come rughe, piccole cicatrici ecc, tecnica che prende il nome di lipofilling.

A fine intervento le piccole incisioni di accesso vengono suturate con sottilissimi fili di sutura e tutta l’area trattata sarà fasciata con una medicazione modellante, al di sopra della quale sarà necessario indossare una guaina compressiva, per favorire il riassorbimento dei liquidi e l’accostamento della pelle ai tessuti sottostanti.

L’intervento può essere eseguito in qualsiasi periodo dell’anno, si preferisce però evitare l’estate. Con il caldo, infatti, può essere scomodo indossare la guaina elastica

Il processo di guarigione è graduale; la ritenzione di liquidi e il gonfiore che inevitabilmente seguono all’intervento regrediscono più o meno velocemente in base a fattori individuali ed alle aree in cui si è intervenuti. Bisognerà perciò aspettare qualche settimana prima di apprezzare il risultato definitivo, ma il vantaggio di quest’intervento, è che il risultato è permanente.